I-S-P.org

International Society of Psychology

Messaggio
  • "Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per inviare informazioni in linea con le tue preferenze. Se continui nella navigazione o clicchi su un elemento della pagina accetti il loro utilizzo. Per maggiori informazioni clicca sui link sottostanti.

    Leggi l'informativa completa

    Leggi la Direttiva Europea

Satuto ISP
Statuto ISP

 

 

STATUTO DELLA INTERNATIONAL SOCIETY OF PSYCHOLOGY

 

 

 

Art.1

Scopi della ISP

 

 

La International Society of Psychology (Società Internazionale di Psicologia), d'ora in poi denominata con la sigla ISP, è un'associazione no profit (senza scopo di lucro) a carattere scientifico, culturale e assistenzialistico.

 

Lo scopo principale della ISP è quello di promuovere, a livello nazionale e internazionale, la diffusione della Psicologia e delle Neuroscienze sia in termini di conoscenze che in termini di servizi, al fine di perseguire i seguenti obiettivi:

 

- Facilitare la comprensione delle reali potenzialità della Psicologia e delle Neuroscienze come mezzi di conoscenza e d’intervento alla portata e a vantaggio di tutti, sia di coloro che presentano una condizione psicopatologica, sia di coloro che, pur non versando in tale condizione, ricercano una maggiore condizione di benessere psicofisico e vogliono migliorare la propria condizione esistenziale nei suoi aspetti psicologici, relazionali, affettivi e lavorativi.

 

- Diffondere una concezione della psicologia come strumento di prevenzione delle condizioni patologiche e di disagio psichico in ambito socio-relazionale, affettivo e lavorativo, e di promozione del benessere psicofisico del singolo e della collettività.

 

- Diffondere una concezione della psicologia come strumento culturale alla portata di tutti volto a facilitare, attraverso adeguati strumenti di intervento, una maggiore consapevolezza e comprensione di sé, degli altri e delle relazioni interpersonali.

 

- Facilitare l’accesso ai servizi di Psicologia, di sostegno della salute mentale e di assistenza sostenendo e promuovendo tutte le iniziative e le organizzazioni che operino a favore della riduzione o dell’eliminazione delle barriere che ostacolano o impediscono l’accesso ai servizi di psicologia, come quelle economiche, fisiche, socio-culturali o di altra natura.

 

- Facilitare l’accesso ai servizi di Psicologia, di sostegno della salute mentale e di assistenza anche alle minoranze linguistiche presenti in Italia e in tutto il mondo.

 

- Promuovere e sostenere iniziative di carattere culturale e scientifico inerenti le finalità su indicate.

 

- Svolgere attività ispirate al rispetto del valore e della dignità della vita umana e non.

 

- Svolgere attività editoriali e di ricerca inerenti le finalità su indicate.

 

Tali obiettivi sono perseguiti dalla ISP anche attraverso le seguenti attività e mezzi:

 

A – Erogazione di servizi per la salute mentale e il benessere psicofisico su tutto il territorio Nazionale e Internazionale a costi contenuti ed elevati standard qualitativi.

 

B - Erogazione dei servizi di cui al punto A anche per mezzo di adeguati strumenti, strutture o centri che forniscono un supporto materiale e logistico per l’erogazione delle prestazioni professionali. Tali strutture e strumenti potranno essere gestite autonomamente dalla ISP o, per commissione, da soggetti esterni.

 

C – Fornire i servizi di cui al punto A attraverso tutti i sistemi di comunicazione a distanza attualmente e in futuro disponibili, secondo quanto consentito dalla legge.

 

D - Fornire servizi a sostegno dell’attività svolta dai Professionisti nell’ambito dell’associazione.

 

 

 

 

Art.2

Risorse Finanziarie

 

 

 

Le risorse finanziare della ISP possono provenire dalle seguenti fonti: quote associative, contributi di Enti pubblici e privati e di persone fisiche, beni mobili ed immobili che perverranno all’Associazione a qualsiasi titolo, ogni altra eventuale entrata per donazioni, elargizioni, contributi, etc., attività commerciali.

 

 

 

Art.3

I Soci

 

 

 

Può aderire all’Associazione ogni persona fisica, senza distinzione di razza, sesso o credo religioso, che condivide le finalità e i principi statutari dell’Associazione.

I soci si distinguono in:

 

1 - Soci Fondatori: sono i promotori ed i firmatari dell’atto costitutivo; godono di tutti i diritti previsti per i Soci sotto descritti.

 

2 - Soci Finanziatori Professionisti: sono i soci regolarmente abilitati all’esercizio di una Professione nell’ambito della salute mentale, del benessere psicofisico e dell’assistenza. Sono tenuti a versare la quota associativa stabilita dal Consiglio Direttivo. Hanno diritto di voto. Possono usufruire dei servizi erogati dalla ISP alle tariffe agevolate previste per gli associati secondo quanto specificato nel presente statuto e nel/nei regolamenti appositamente sviluppati dal Consiglio Direttivo. In qualità di Professionisti operanti nel settore dalla salute mentale e psicofisica possono partecipare alle iniziative promosse dalla ISP finalizzate a diffondere i servizi professionali di cui all’Art. 1 sempre nel rispetto dei regolamenti, delle modalità e delle condizioni specificate dal Consiglio Direttivo. Hanno inoltre diritto all’inserimento del proprio nome in un Elenco Nazionale di Professionisti a scopi Pubblicitari e curato dalla ISP.

 

3 - Soci Finanziatori non Professionisti: sono i soci che non intendono svolgere o non sono abilitati a svolgere un’attività professionale nell’ambito delle attività svolte dall’associazione. Sono in regola con il versamento delle quote associative. Hanno diritto di voto. Possono usufruire dei servizi erogati dalla ISP alle tariffe agevolate previste per gli associati secondo quanto specificato nel presente statuto e nel regolamento. Possono inoltre partecipare, ove previsto e/o consentito dal regolamento, a tutte le attività svolte dall’associazione.

 

4 - Soci Sostenitori Professionisti: sono i soci regolarmente abilitati all’esercizio di una Professione nell’ambito della salute mentale, del benessere psicofisico e dell’assistenza. Sono tenuti a versare la quota associativa stabilita dal Consiglio Direttivo. Quest’ultimo può inoltre stabilire di offrire gratuitamente tale iscrizione per determinati periodi di tempo e secondo specifiche modalità. Non hanno diritto di voto tranne diverse disposizioni del Consiglio direttivo. Tutti i Soci Sostenitori Professionisti hanno diritto all’inserimento del proprio nome in un Elenco Nazionale di Professionisti a scopi Pubblicitari. I Soci Professionisti hanno anche diritto ad usufruire dei servizi erogati dalla ISP alle tariffe agevolate previste per gli associati. In qualità di Professionisti operanti nei settori su citati possono partecipare alle iniziative promosse dalla ISP finalizzate a diffondere i servizi professionali di cui all’Art. 1, sempre nel rispetto dei regolamenti, delle modalità e delle condizioni specificate dal Consiglio Direttivo.

 

5 - Soci Sostenitori Non Professionisti: sono i soci che non intendono svolgere o non sono abilitati a svolgere un’attività professionale nell’ambito delle attività e delle iniziative dell’associazione. Sono tenuti a versare la quota associativa stabilita dal Consiglio Direttivo. Quest’ultimo può inoltre stabilire di offrire gratuitamente tale iscrizione per determinati periodi di tempo e secondo specifiche modalità. Non hanno diritto di voto tranne diverse disposizioni del Consiglio direttivo. Possono usufruire dei servizi erogati dalla ISP alle tariffe agevolate previste per gli associati secondo quanto specificato nei regolamenti sviluppati dal Consiglio Direttivo. Possono inoltre partecipare, ove previsto e/o consentito dai regolamenti, a tutte le attività svolte dall’associazione.

 

 

6 - Soci Onorari: sono coloro i quali, sulla base di meriti sociali e/o scientifico-culturali, vengono nominati tali dal Consiglio Direttivo. Non hanno diritto di voto salvo diverse disposizioni del Consiglio Direttivo. Possono accedere ai servizi erogati dall’associazione e se Professionisti operanti nell’ambito della salute mentale e del benessere psicofisico, possono svolgere le loro prestazioni professionali all’interno dell’associazione sempre nel rispetto dei regolamenti stabiliti dal Consiglio Direttivo.

 

Hanno diritto ad usufruire dei servizi dell’ISP anche i parenti di primo grado dei soci ISP. Tutti i Soci ISP possono versare contributi liberi all’associazione. Hanno diritto di voto solo i soci maggiorenni.

 

E’ riservata esclusivamente al Consiglio Direttivo l’ammissione di eventuali nuovi Soci. Gli associati si obbligano, in caso di accoglimento della domanda, all’osservanza dello statuto, dei regolamenti e delle deliberazioni degli organismi sociali. Il Consiglio Direttivo decide sull’ammissione dei nuovi associati e non è tenuto, in caso di mancato accoglimento, a rendere nota la motivazione all’interessato.

 

 

Diritti e doveri dei soci:

 

I soci hanno i seguenti diritti e doveri:

 

 

- Partecipare a tutte le attività nel rispetto del regolamento interno stabilito dal Consiglio direttivo

- Eleggere gli organi amministrativi e di controllo dell’associazione

- Approvare annualmente il bilancio

- Essere rimborsati delle spese effettivamente sostenute per l’attività prestata per l’associazione, previo esplicito consenso del Consiglio Direttivo e secondo modalità e limiti stabiliti nel regolamento interno

- Ogni socio, persona fisica o giuridica, ha diritto a un voto

- I soci si impegnano ad osservare e adempiere alle decisioni contenute nello Statuto, nei Regolamenti e nelle delibere degli organi e ad essere in regola col versamento delle quote associative. Il comportamento verso gli altri soci e all’esterno dell’Associazione deve essere improntato all’assoluta correttezza, professionalità e buona fede.

 

 

La qualità di socio si perde per dimissioni volontarie, per decesso, per scioglimento dell’Associazione e per esclusione.

 

 

Il Consiglio Direttivo può deliberare, a maggioranza dei suoi membri, l’esclusione del socio nei seguenti casi:

 


- inadempimento degli obblighi assunti da parte del socio;
- morosità, cioè ritardo di un mese nel pagamento della quota sociale, con possibilità di reintegrazione
- quando, in qualunque modo, abbia arrecato danni morali o materiali all’associazione;
- inosservanza delle disposizioni previste dallo Statuto o dagli eventuali regolamenti o delle deliberazioni degli organi sociali competenti.

 

 

La perdita della qualità di socio a qualsiasi titolo non dà diritto a restituzione di quanto eventualmente versato a favore dell’associazione.

 

 

 

Art.4

Organi dell’Associazione

 

 

 

 

Assemblea Generale - Composizione  e convocazione

 

 

L'Assemblea generale è composta da tutti i soci aventi diritto di voto.

 

L'Assemblea Generale è indetta, in via ordinaria, dal Presidente, almeno una volta l'anno o, in via straordinaria, quando questi lo ritenga necessario, o quando ne sia fatta richiesta dalla maggioranza del Consiglio Direttivo.

L’avviso di convocazione è inviato a tutti gli associati, con un preavviso di almeno 10 giorni, esclusivamente presso l’indirizzo di posta elettronica comunicato dall’associato all’atto d’iscrizione all’Associazione. E’ dovere dell’associato comunicare alla ISP eventuali cambiamenti dell’indirizzo email, dell’indirizzo di residenza e/o dello studio professionale presso il quale ha dichiarato di operare, e dei recapiti telefonici. La ISP non sarà responsabile di eventuali malfunzionamenti e/o disservizi dei servizi telematici di terzi utilizzati per inviare e ricevere le email.

 

 

Assemblea generale - Validità

 

L'Assemblea Generale è valida, in prima convocazione, quando siano presenti i due terzi dei soci aventi diritto di voto; in seconda convocazione è valida qualunque sia il numero dei soci con diritto di voto intervenuti.

L’Assemblea Generale delibera a maggioranza assoluta dei presenti, salvo che il presente statuto richieda una maggioranza più elevata.

 

 

Assemblea Generale - Compiti

 

L'Assemblea Generale svolge i seguenti compiti:

 

- Elegge i membri del Consiglio Direttivo.

- Delibera le modifiche al presente statuto e lo scioglimento dell’Associazione

- Procede all'esame e all'approvazione del rendiconto annuale di gestione dell'Associazione

- Delibera sugli altri oggetti attribuiti dalla legge o dal presente statuto all’Assemblea

 

 

Consiglio Direttivo - Composizione

 

Il Consiglio Direttivo è composto dal Presidente, il Vice Presidente e il Segretario.
Le adunanze del Consiglio sono valide se è presente la maggioranza dei membri che lo compongono; le delibere devono essere prese a maggioranza dei presenti.

 

I membri del Consiglio Direttivo rimangono in carica tre anni e possono essere riconfermati.

 

 

Consiglio Direttivo – Compiti e Doveri

 

 

Il Consiglio Direttivo promuove i provvedimenti atti al conseguimento degli scopi sociali.

Più in particolare il Consiglio dovrà presentare all'Assemblea il rendiconto annuale di gestione, nominare il Presidente, nominare il Vice-Presidente, il Segretario, il Tesoriere; vigilare sull'osservanza dello Statuto Associativo; fissare i regolamenti per il funzionamento e l’organizzazione interna dell’Associazione; prevedere i criteri di ammissione dei nuovi soci e accogliere o respingere le domande di ammissione degli stessi; adottare provvedimenti disciplinari; curare gli affari di ordine amministrativo; assumere personale dipendente; stipulare contratti di lavoro e o di collaborazione; conferire mandati di consulenza; amministrare le risorse economiche dell’associazione; decidere l’acquisizione e/o la cessione di attività, mezzi e risorse da utilizzare o utilizzate per il conseguimento degli scopi associativi; aprire rapporti con gli Istituti di credito; curare la parte finanziaria dell’Associazione; sottoscrivere contratti per mutui e finanziamenti e quant’altro necessario per il buon funzionamento dell’Associazione; ratificare o modificare i provvedimenti adottati dal Presidente per motivi di necessità ed urgenza; determinare e deliberare il rimborso delle spese consentite sostenute dai soci per promuovere e organizzare le attività dell'associazione e gli eventuali contributi di natura forfetaria a favore degli stessi soci; deliberare sulle operazioni e sugli atti di straordinaria amministrazione che non rientrino nelle competenze dell’Assemblea Generale.

 

 

Il Presidente ha la rappresentanza legale dell'Associazione di fronte ai terzi ed in giudizio, con firma libera per tutti gli atti che rientrano negli scopi dell'Associazione, nonché per gli atti e le operazioni di ordinaria e straordinaria gestione ed amministrazione, per le operazioni bancarie e per l'esecuzione delle delibere del Consiglio Direttivo. Convoca e presiede tutte le riunioni dell'Assemblea Generale e del Consiglio Direttivo.

 

Il Vice-Presidente sostituisce il Presidente in tutti i suoi compiti quando questi è assente o indisponibile o per delega dello stesso Presidente.

 


Il Segretario assiste il Presidente o il Vice-Presidente nell'adempimento dei loro compiti e opera in aderenza a quanto da essi disposto. Egli inoltre:

 

- Cura l'invio ai soci degli avvisi di convocazione nonché delle eventuali pubblicazioni dell'Associazione.

- Provvede alla tenuta del libro dei soci.

- Organizza le manifestazioni di carattere generale.

 

 

Consiglio Direttivo - Convocazione

 

 

Il Consiglio Direttivo è convocato dal Presidente tutte le volte che questi lo ritenga utile. Il Consiglio Direttivo può essere convocato anche su iniziativa di almeno 1/3 dei Consiglieri.

L'avviso di convocazione deve essere diramato a tutti i membri almeno cinque giorni prima della data fissata, o due nei casi di urgenza.

E' ammessa la possibilità che le riunioni del Consiglio Direttivo si tengano per audioconferenza o
videoconferenza, a condizione che tutti i partecipanti possano essere identificati e sia loro consentito seguire la discussione ed intervenire in tempo reale alla trattazione degli argomenti affrontati; verificandosi questi requisiti, il Consiglio si considererà tenuto nel luogo dove si trova il Presidente.

 

 

Modalità per lo scioglimento

 

 

L'eventuale scioglimento dell'Associazione deve essere sottoposto a votazione dell’Assemblea Generale e riportare la maggioranza assoluta del numero di soci aventi diritto al voto presenti.

La proposta di scioglimento può essere avanzata:

  1. dal Consiglio Direttivo previa approvazione con maggioranza assoluta dei membri del Consiglio stesso.
  2. dal Presidente dell’Associazione se sottoscritta da almeno un quarto dei soci aventi diritto al voto.

 

 

Controversie

 

 

 

Ogni controversia che dovesse sorgere tra gli associati, o tra alcuno di essi e l’Associazione, in merito all’interpretazione, esecuzione e validità del presente statuto sarà sottoposta al foro competente.

 

 

Disposizioni transitorie e finali

 

 

Per quanto non previsto dal presente Statuto valgono le vigenti disposizioni di legge.

 
unregistered template Template by Ahadesign Visit the Ahadesign-Forum